Avvisare di contenuto non adeguato

La maratona del Polo Nord

 - Provate ad immaginare un deserto bianco... Riuscite a ricreare la sensazione nel vedere chilometri e chilometri di ghiaccio intorno a voi? Vi lancereste a fare una maratona in condizioni estreme? Due spagnoli hanno messo da parte la paura e, dopo una preparazione molto dura, sono salpati al Polo Nord per una gara di corsa di running epica: correre 42 chilometri sul ghiaccio dell'artico.

Un'avventura a più di 30 gradi sotto zero che ha dimostrato che non esistono limiti, soprattutto per Enric Gómez e Luis Alonso Marcos, che il 6 aprile hanno dato inizio alla gara più estrema della loro vita.

Anche se la data della maratona era prevista con 48 ore di anticipo, a causa delle condizioni avverse e mutevoli di questa zona della Norvegia, si è dovuta rinviare. Tuttavia, l'attesa non ha affatto scoraggiato i partecipanti i quali, alle 9 di sera del giorno 6, stavano già prendendo le loro posizioni per eseguire la maratona polare.

I tre grandi ostacoli da sfidare erano rappresentati da: le raffiche di vento che soffiavano ad intermittenza formando una barriera invisibile; il freddo con la effe maiuscola che rendeva estremamente difficile il riscaldamento dei muscoli; la solidità delle lastre di ghiaccio sovrapposte che costrinse alcuni concorrenti ad usare racchette da neve per riuscire ad andare avanti. Ma in questo caso, non fu la forza della natura a vincere e tutti i partecipanti, uno ad uno, riuscirono raggiungere il traguardo. Il vincitore della gara fu il britannico Andrew Murray con  un vantaggio di due minuti e mezzo sullo spagnolo Luis Alonso Marcos.

Tutto il resto è secondario e gli aneddoti intorno alla gara sono davvero molti. Come ad esempio i trasferimenti in elicottero, le serate nell'accampamento allestito dall'Associazione degli Esploratori Polari della Russia, la bellezza delle diverse sfumature del ghiaccio che rifletteva la luce, dalle più trasparenti alle più blu o il pranzo a base di carne di maiale di Segovia che si degustò a più di 5.500 chilometri dalla città spagnola l'ultimo giorno prima di partire e dopo aver avuto la possibilità di girare il mondo intorno al suo Polo Nord Geografico.

I partecipanti, provenienti da 18 paesi, erano in totale 40 corridori e sicuramente, condizioni fisiche permettendo, saranno di nuovo tutti al Polo Nord per la prossima maratona.

Lascia il tuo commento La maratona del Polo Nord

Identificati su OboLog, o crea il tuo blog gratis se ancora non sei registrato."

User avatar Your name