Avvisare di contenuto non adeguato

Come scegliere i percorsi per il Trekking

 TAGS:Prima di lanciarci all'avventura del trekking, che fa parte dell'outdoor americano, ed anteriormente veniva chiamato semplicemente escursione in montagna, dobbiamo scegliere dei percorsi adeguati alla nostra forma fisica e la nostra esperienza. Per questa ragione li possiamo classificare a seconda del livello di difficoltà, le discese e salite, e le distanze da percorrere o il paesaggio.

Cartine e bussole ci accompagneranno nel cammino che percorreremo sempre ben attrezzati (con scarpe da trekking, zaini, vestiti comodi e una giacca). Le nostre necessità cambieranno in base alla stagione e se eseguite di giorno o di notte.

Per le salite o discese che si possono trovare nel cammino si danno i seguenti consigli:

  • Ai principianto è consigliato non superare i 250 metri di dislivello, almeno in salita.
  • Sportivi più sperimentati possono scegliere dei percorsi con salite o discese dai 800 ai 1000 m in su.
  • In più ci sono altre possibilità per appassionati del trekking che pur non essendo esperti hanno già esperienza nel campo.

Possiamo scegliere i percorsi in base alle distanze da percorrere:

  • Ai principianti è consigliato di non superare i 10 o 15 chilometri.
  • Naturalmente coloro che sono fisicamente in forma e hanno esperienza nel trekking possono realizzare percorsi superiori ai 20 o 25 chilometri, ovviamente non scordandosi mai della calzatura adeguata, l'acqua e la giusta protezione solare. (se il trekking ha luogo d'estate) o fattori climatici ( se esiste il rischio di pioggia, vento o neve).

In quanto a difficoltà, i percorsi cambiano molto a seconda di ogni regione o l'orografia del terreno. Prima di iniziare il percorso, sceglieremo bene il destino e una volta selezionato saremo capaci di tracciare il percorso con l'aiuto delle cartine. Se però non abbiamo tanta esperienza, è meglio attenersi ai percorsi già segnalati il cui cammino è ben marcato e nel quale vengono elencati pure i chilometri da percorrere. Questo fatto ci darà molta sicurezza prima di iniziare.

In ogni caso il livello di difficoltà verrà determinato pure da fattori climatici. Un percorso con delle salite o discese non troppo pronunciate di bassa difficoltà potrà diventare più difficile da percorrere in un giorno piovoso, o in pieno inverno con delle placche di ghiaccio nel cammino. Perciò prima di iniziare il percorso dobbiamo sempre prendere in considerazione questi fattori.

Iniziamo la camminata? Ma prima dobbiamo attrezzarci, no? Ecco i due compagni di viaggio.

 

 

 

 

Album di immagini di Come scegliere i percorsi per il Trekking's

2 about 2

Guarda le immagini di Come scegliere i percorsi per il Trekking

Lascia il tuo commento Come scegliere i percorsi per il Trekking

Identificati su OboLog, o crea il tuo blog gratis se ancora non sei registrato."

User avatar Your name